Negoziare

Politica sul Conflitto di Interessi

In seguito all'attuazione della Direttiva sui mercati degli strumenti finanziari (MiFID) e in conformità con quanto previsto dalle disposizioni della Legge del 2012 sui servizi e le attività finanziarie e i mercati regolamentati: L144(I)/2007 e la Direttiva per l'autorizzazione e le condizioni di gestione delle società di investimento di Cipro: DI144-2007-01 of 2012 (nel seguito denominate collettivamente "Legge"), IQOption Europe Ltd (la "Società") è tenuta a stabilire e fornire ai propri clienti e potenziali clienti una Politica in in materia di conflitto di interesse ("Politica") e ad adottare tutte le ragionevoli misure al fine di attuare procedure efficaci per l'identificazione, la prevenzione e la gestione dei conflitti di interesse.

  1. 1. Interpretazione dei termini

    All'interno della presente Politica, salvo nei casi in cui il contesto richieda altrimenti, i seguenti termini devono essere interpretati come segue:

    Società: deve essere intesa come IQOption Europe Ltd, una società di investimento con sede in Cipro, registrata con il numero HE327751, costituita in base alla legislazione di Cipro e regolamentata dalla "Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC)" con licenza numero 247/14 e con la propria sede legale registrata presso l'indirizzo: Yiannis Nicolaides Business Center, Agiou Athanasiou Avenue 33, 4102, Agios Athanasios, Limassol, Cyprus.

    Cliente/i: termine che include tutti i Clienti esistenti e potenziali della Società, indipendentemente dalla categorizzazione degli stessi.

    Conflitto di interesse: fa riferimento a una situazione nella quale gli interessi e gli obiettivi di due parti risultano fra loro incompatibili, ovvero, in conflitto fra loro. Ai fini della presente Politica, e in termini generali, il Conflitto di interesse verrà considerato esistente nella situazione in cui la Società può trarre un ritorno finanziario dalla fornitura di servizi di investimento e/o servizi accessori (o una combinazione degli stessi) che risultino a loro volta svantaggiosi o dannosi per uno o più Clienti.

    Incentivi: rappresentano azioni atte a persuadere o condurre qualcuno ad agire in un determinato modo e/o ad adottare determinate decisioni.

    Soggetti interessati: termine che comprende direttori, partner, manager o rappresentanti nominati, dipendenti, business introducers (affiliati), soggetti giuridici o fisici coinvolti nella fornitura dei servizi della Società, con particolare riferimento a coloro che forniscono i servizi sulla base di un accordo di outsourcing, e ogni altra parte coinvolta.

  2. 2. Finalità e scopo della Politica

    La presente Politica stabilisce le procedure della Società e identifica nettamente le circostanze nelle quali un conflitto di interesse può insorgere e in cui la Società non è in grado di assicurare, con ragionevole certezza, di poter prevenire il rischio di danno nei confronti degli interessi del cliente.

    La Politica identifica le possibili tipologie di conflitto di interesse che possono insorgere durante la fornitura di servizi di investimento o accessori (o la combinazione degli stessi) da parte della Società e la cui esistenza può danneggiare gli interessi del cliente, così come le procedure per tale identificazione e le misure adottate dalla Società al fine di prevenire, gestire o limitare tali conflitti.

    La Politica viene redatta in forma scritta e in modo appropriato rispetto alla dimensione e alla struttura della Società e alla natura, la portata e il grado di complessità della sua attività.

    La Politica viene applicata nei confronti della Società e dei suoi direttori, manager, dipendenti, affiliati e ogni altro soggetto che sia direttamente o indirettamente connesso al controllo della Società ("soggetti interessati"), sia in conseguenza alla fornitura di servizi di investimento o accessori o di attività di investimento o altro. In qualità di criteri di base, la Società prende in considerazione le seguenti situazioni:
    (a) La Società e/o eventuali soggetti interessati sono propensi a realizzare un guadagno finanziario, o a evitare una perdita finanziaria, a discapito del cliente;
    (b) La Società e/o eventuali soggetti interessati hanno un interesse rispetto al risultato di un servizio fornito al cliente o di un'operazione eseguita per conto del cliente, che differisce dall'interesse del cliente rispetto allo stesso risultato;
    (c) La Società e/o eventuali soggetti interessati hanno interesse o altro incentivo nell'agevolare l'interesse di un altro cliente o gruppo di clienti rispetto all'interesse del cliente;
    (d) La Società e/o eventuali soggetti interessati conducono la medesima attività del cliente;
    (e) La Società e/o eventuali soggetti interessati ricevono, o riceveranno, da un soggetto diverso dal cliente, un incentivo in relazione a un servizio fornito al cliente, sotto forma di denaro, beni o servizi, diverso dalla regolare commissione o tariffa prevista per quel determinato servizio.

    Inoltre, la Società prende in considerazione le situazioni e i Conflitti di interesse che insorgono in connessione alla struttura e alle attività di altri membri del gruppo e/o parti interessate.
    La Politica identifica le procedure e le misure adottate dalla Società, elaborate al fine di assicurare che i soggetti interessati coinvolti in diverse attività connesse al conflitto di interesse (così come specificato in precedenza) eseguano le proprie attività a un livello di indipendenza appropriato rispetto alla dimensione e alle attività della Società e all'entità del rischio di danneggiamento degli interessi del cliente.

    Le procedure della Politica sono volte a:

    • Prevenire e controllare lo scambio di informazioni fra i soggetti interessati coinvolti nelle attività connesse al rischio di conflitto di interesse, laddove lo scambio di informazioni possa danneggiare gli interessi di uno o più clienti;
    • Separare la supervisione dei soggetti interessati le cui funzioni principali prevedono l'esecuzione di attività per conto dei clienti o la fornitura di servizi agli stessi, i cui interessi possono essere in conflitto o che in altro modo rappresentano interessi diversi che possono essere in conflitto, inclusi quelli della Società stessa;
    • Rimuovere eventuali connessioni fra la remunerazione dei soggetti interessati coinvolti principalmente in un'attività e la remunerazione di, o i guadagni generati da, altri soggetti interessati coinvolti principalmente in un'attività diversa, laddove un conflitto di interesse possa sorgere in relazione al carattere di queste attività;
    • Adottare misure al fine di prevenire o limitare l'influenza inappropriata di altri soggetti sul modo in cui un soggetto interessato esegue i propri servizi o attività di investimento o accessori;
    • Adottare misure al fine di prevenire o controllare il coinvolgimento simultaneo o sequenziale di un soggetto interessato all'interno di servizi o attività di investimento o accessori separati, laddove tale coinvolgimento possa ostacolare una corretta gestione del conflitto di interesse.

    Nel caso in cui l'adozione o l'attuazione delle summenzionate misure/procedure non assicurasse il necessario livello di indipendenza, la Società si impegna ad adottare le misure/procedure alternative o ulteriori necessarie e appropriate a tale fine.

  3. 3. Identificazione delle potenziali fonti di Conflitto di interesse

    Prendendo in considerazione i servizi che la Società offre, potenziali fonti di conflitto di interesse possono sorgere in conseguenza a:

    1. I Servizi di investimento e/o servizi accessori (compresa la combinazione degli stessi) forniti dalla Società ai Clienti e/o per conto dei Clienti:
      a. La corrispondenza dell'Ordine del Cliente, in relazione a prodotti/strumenti finanziari (ovvero Contratti per differenza (CFD) e Opzioni Binarie) con quello di un altro Cliente, che comporta il dover agire per conto di entrambi i Clienti;
      b. La massimizzazione dei volumi di trading al fine di aumentare la commissione di brokeraggio ottenibile, che potrebbe essere in conflitto diretto con l'interesse del Cliente, laddove esso corrisponda con la minimizzazione delle operazioni eseguite.
      c. La selezione di un unico Fornitore di liquidità che rappresenti una parte interessata, anche nel caso in cui vengano rispettati i criteri fondamentali per la migliore esecuzione;
      d. Qualsiasi forma di incentivo ricevuto o promesso da o a terze parti in relazione ai servizi di investimento e/o servizi accessori (o alla combinazione degli stessi);

    2. Incentivi, commissioni, remunerazione, doni, ecc.
      a. Remunerazione basata sulle prestazioni e/o incentivi promessi o pagati ai dipendenti della Società, dalla Società, che possano influire negativamente sul Cliente e che possano incentivare l'adozione di tattiche di marketing aggressive e i contatti telefonici ripetuti;
      b. Remunerazione e/o incentivi promessi o pagati a terze parti (affiliati o business introducers) sulla base del programma di affiliazione o referral per l'acquisizione di nuovi clienti, che possano avere un impatto negativo sul Cliente e che possano incentivare l'adozione di tattiche di marketing aggressive o la divulgazione di informazioni ingannevoli;
      c. Remunerazione e/o incentivi promessi o pagati a terze parti impegnate nella fornitura di servizi sulla base di un accordo di outsourcing, laddove tale remunerazione incentivi l'adozione di pratiche che siano in conflitto con gli interessi dei clienti della Società;

    3. Considerata la struttura globale della Società, delle parti interessate e dei fornitori esterni della stessa, potenziali fonti di Conflitto di interesse possono sorgere in conseguenza a:
      a. Situazioni in cui la Società agisce in qualità di agente in relazione a transazioni nelle quali un altro membro della struttura agisce come committente e dove i guadagni del committente sono generati dalle perdite nelle operazioni del Cliente;
      b. Una transazione eseguita su strumenti finanziari in relazione ai quali la Società o altro membro della struttura può trarre beneficio tramite commissione, tariffa, o beneficio non monetario che non derivi direttamente dal cliente;
      c. La Società può avere un interesse di tipo indiretto in un'operazione, mentre un altro membro della struttura può avere un interesse diretto nella stessa operazione, il che può dare origine a un potenziale conflitto in relazione agli obblighi della Società nei confronti dei propri Clienti.

    Si prega di notare che le situazioni summenzionate non generano necessariamente un "Conflitto di interesse" o un danno materiale al Cliente, ma vengono citate ai fini di una completa trasparenza. Le situazioni summenzionate devono essere interpretate in relazione alle procedure e alle misure messe in atto dalla Società al fine di gestire e limitare l'impatto delle stesse.

  4. 4. Gestione del Conflitto di interesse

    La presente sezione della Politica definisce le misure adottate dalla Società in linea generale, così come in relazione ai possibili Conflitti di interesse citati in precedenza (dove applicabile):

    Misure generali:

    1. La Società segue un Manuale delle procedure interne (IPM), comprendente politiche, misure, procedure e controlli, elaborato tenendo in considerazione gli interessi dei Clienti della Società. L'IPM viene monitorato con frequenza regolare e revisionato al fine di garantirne l'adeguatezza e l'accuratezza;
    2. La Società segue determinate procedure nell'assunzione di soggetti che siano considerati esperti e competenti, così come nella formazione di detti dipendenti;
    3. La Società segue determinate procedure in relazione alla buona condotta di soggetti terzi/fornitori esterni, al fine di garantire la competenza degli stessi nell'esecuzione dei compiti a questi affidati. Inoltre, la Funzione di compliance esegue il monitoraggio al fine di garantire la conformità rispetto ai Termini del contratto di servizio;
    4. La Società mette in atto determinate procedure per la gestione degli accessi ai dati elettronici, di modo che i soggetti impiegati in ogni dipartimento non abbiano accesso fisico ai registri e alle informazioni relative alle questioni che siano oggetto di un altro dipartimento e che non siano considerati necessari allo svolgimento di quella specifica attività;
    5. La Società mette in atto una supervisione separata e la segregazione di reparti/funzioni che forniscono i servizi ai Clienti, gli interessi dei quali possono essere in conflitto con quelli di altri clienti o con gli interessi della Società stessa;
    6. La Società mette in atto una separazione di tutte le responsabilità che, se assegnate ad un unico soggetto, potrebbero dar luogo a un conflitto;
    7. Barriere informative: La Società rispetta la riservatezza delle informazioni che riceve da e in merito ai propri Clienti e mette in atto un approccio del tipo "Need to Know" (effettiva necessità di avere accesso a determinate informazioni). L'accesso alle informazioni riservate è limitato a coloro che hanno effettiva necessità di conoscere le informazioni coerenti con l'interesse di un Cliente della Società.
    8. La Società applica il modello "Chinese Wall" e la separazione fisica dei dipartimenti chiave al fine di limitare il flusso di informazioni riservate e interne all'interno della Società;
    9. La Società previene o limita l'influenza inappropriata di altri soggetti sul modo in cui un soggetto interessato esegue i propri servizi o attività di investimento o accessori;
    10. Formazione di una Funzione di compliance interna alla Società, le cui responsabilità comprendono il monitoraggio e la rendicontazione delle procedure e della politiche della Società, così come l'identificazione di potenziali Conflitti di interesse e la creazione di linee guida per evitare/limitare l'insorgere degli stessi. La Funzione di compliance è inoltre responsabile per il monitoraggio della Società in relazione alla legislazione a cui essa è soggetta, così come per la prevenzione dell'abuso di informazioni interne e della manipolazione del mercato;
    11. La Società ha nominato un Contabile interno al fine di garantire che sistemi e controlli appropriati siano mantenuti e trasmessi in modo appropriato al Direttivo della Società
    12. La Società ha stabilito il principio dei "4 occhi" nella supervisione delle attività della Società;
    13. La Società segue determinate procedure nella gestione degli account personali applicabile ai soggetti interessati in relazione agli investimenti degli stessi. In base a quanto previsto dal regolamento della Società vengono applicate delle restrizioni alle operazioni personali e ogni account di proprietà di un soggetto interessato/dipendente della Società, deve essere immediatamente identificato dalla Funzione di compliance della Società. Tali operazioni e account vengono quindi monitorati al fine di identificare eventuali potenziali violazioni del regolamento della Società in questo ambito specifico.

    Misure adottate in relazione ai Servizi di investimento e/o Servizi accessori della Società:

    1. Gli ordini dei Clienti vengono eseguiti in linea con quanto previsto dalla "Politica di esecuzione degli ordini" della Società, la quale obbliga la Società ad adottare tutte le ragionevoli misure al fine di ottenere complessivamente i migliori risultati di trading per il Cliente;
    2. La Società non prevede alcun trattamento di favore nei confronti di un particolare Cliente o gruppo di Clienti e garantisce un trattamento equo verso tutti i propri Clienti e i loro ordini;
    3. I sistemi interni della Società eseguono gli ordini/le operazioni dei Clienti in modo automatico, nell'ordine in cui questi vengono ricevuti.

    Misure adottate in relazione a Incentivi, commissioni, remunerazione, doni, ecc.

    1. Politica di remunerazione dei dipendenti: La Società, conformemente a quanto previsto dalla legislazione cui è soggetta, non concede remunerazione (bonus) ai propri dipendenti sulla base di fattori che possono creare un conflitto di interesse nei confronti dei Clienti con i quali essi comunicano (se applicabile). I dipendenti vengono retribuiti in base a Indicatori chiave di prestazione interni a ogni dipartimento, i quali sono approvati dalla Funzione di compliance e dal Direttivo della Società.

    2. Remunerazione degli affiliati: La Società retribuisce i propri affiliati (business introducers) sulla base delle operazioni eseguite dal cliente (commissione percentuale), di conseguenza la remunerazione può dar luogo a conflitti di interesse che potrebbero avere un impatto negativo sul Cliente e incentivare gli affiliati ad adottare tattiche di marketing aggressive o a divulgare informazioni ingannevoli al fine di aumentare la propria commissione. Al fine di limitare tale rischio, la Società garantisce quanto segue:
      a. Agli affiliati non viene concesso l'accesso alle informazioni riservate dei Clienti e non è loro permesso contattare i Clienti della Società al momento dell'apertura del conto di trading.
      b. La Società non permette inoltre agli affiliati di incoraggiare i potenziali clienti nell'eseguire depositi od operazioni con importi superiori a quanto pianificato.
      c. La Società monitora con frequenza regolare tutte le fonti di comunicazione dell'affiliato, al fine di garantire che l'affiliato sia conforme ai termini del proprio contratto.
      d. Nel caso in cui venga rilevato un comportamento aggressivo nel marketing da parte dell'affiliato, l'account di quest'ultimo verrà chiuso.

    3. La Società non offre, sollecita o accetta alcun incentivo al di fuori di quelli definiti come tariffe o commissioni;

    4. La Società non permette ai propri dipendenti di accettare doni o benefici monetari di qualsiasi tipo che potrebbero causare l'insorgere di Conflitto di interesse. Doni di valore limitato possono essere accettati solo nel caso in cui la Società ne sia informata e approvi tali doni (non si applica nel caso di doni monetari come denaro contante)

    Misure adottate in relazione alla Struttura della Società/Fornitori di servizi esterni/Parti interessate:

    1. La Società mette in atto degli accordi di non divulgazione e di riservatezza con tutte le parti interessate, i fornitori di servizi esterni o i membri della struttura in relazione alle informazioni riservate dei Clienti;

    2. La Società controlla le informazioni trasmesse fra gli enti della struttura, le parti interessate e i fornitori di servizi esterni, al fine di garantire la tutela degli interessi dei Clienti;

    3. La Società si avvale di un consulente legale che mantiene un registro di tutti i pagamenti effettuati nei confronti delle parti interessate/dei fornitori esterni e li verifica dal punto di vista del Conflitto che potrebbe influire negativamente sugli interessi del Cliente; Dove necessario, tali conflitti vengono definiti all'interno della presente Politica, insieme ai fattori di mitigazione che vengono applicati per garantire l'eliminazione di eventuali incentivi verso la negligenza;

    4. La Funzione di compliance mette in atto determinate procedure di monitoraggio in relazione ai servizi forniti dalle parti interessate e dai fornitori esterni di servizi;

  5. 5. Divulgazione e consenso del Cliente

    Laddove la Società sia a conoscenza di un potenziale conflitto, essa è tenuta a rivelarne la natura generale e/o le fonti del conflitto di interesse al cliente prima di provvedere alla fornitura di servizi nei confronti del cliente stesso.

    La Società si riserva il diritto di revisionare la presente Politica in qualsiasi momento ciò si renda necessario. Maggiori informazioni in merito alla presente Politica possono essere fornite tramite richiesta all'indirizzo compliance@iqoption.com

    Accettando i Termini e Condizioni della Società, il Cliente accetta implicitamente la presenta Politica e le informazioni in essa contenute.

conflict-of-interest-policy.pdf
Download
Le informazioni relative al ripristino della password sono state inviate al vostro indirizzo di posta elettronica.
Chiudere
  • Accedi
  • Registrazione
Nome
Cognome
E-mail
Password
Verifica in 2 passaggi
Utilizzare il vostro dispositivo per accedere al vostro account
Inserire il codice di verifica
Un messaggio di testo con il codice di sicurezza è appena stato inviato a
Inserire il codice a 6 cifre
Potete nuovamente inviare il codice tramite:
Non ha ancora ricevuto il codice di sicurezza?
Inviare nuovamente il codice
Errore di accesso
Potrete accedere tra:
E-mail